*/ ?> Recensione di SEGA Superstars Tennis (Wii) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

SEGA Superstars Tennis: la recensione

Virtua Sonic Tennis

SEGA è responsabile di una delle migliori serie di tennis di sempre, Virtua Tennis, e nel corso della sua storia pluridecennale ha dato vita a personaggi e saghe ben radicate nell’ immaginario del videogiocatore medio. Partendo da queste premesse la missione di creare un titolo tennistico condito dalla presenza di Sonic e compagni con questo SEGA Superstars Tennis sembra quindi molto facile, ma sfortunatamente non tutto sembra essere andato per il verso giusto.

SEGA Superstars Tennis per Nintendo Wii

Un tennis dal sapore arcade

sega-superstars-tennis-wii_01Partiamo analizzando il lato tennistico del prodotto, che trova la sua piena espressione nella modalità Torneo e nelle partite libere, alle quali possono partecipare fino a quattro persone. Nel Torneo singolo o in quello a coppie bisogna affrontare una serie di partite casuali contro avversari gestiti dalla CPU per diventare campioni del Grande Slam SEGA, mentre avviando una partita libera si possono impostare a piacere parametri come il campo, i partecipanti, il numero di set da affrontare, la difficoltà e altro. Si può scegliere se affidare il movimento del personaggio allo stick analogico del Nunchuk e usare il Wiimote come se fosse una racchetta, oppure gestire gli spostamenti del nostro tennista attraverso la croce direzionale usando il solo Wiimote. Quando tutto è a posto, siamo pronti per scendere in campo e qui, purtroppo, iniziano i primi problemi.

sega-superstars-tennis-wii_07Virtua Tennis va subito dimenticato: SEGA Superstars Tennis abbandona ogni pretesa simulativa per abbracciare un più leggero approccio arcade. Muovendo il Wiimote si effettuano colpi liftati o tiri tagliati, tenendo premuto A si attiva il pallonetto e schiacciando B si ottiene una palla corta. Il sistema di gioco è certamente intuitivo ma risulta troppo scarno. Si ha infatti pochissimo controllo sulla potenza o sull’ effetto da imprimere alla palla ed in generale si ha l’ impressione che si sia fatto un mezzo passo indietro rispetto a quanto visto in Wii Sports Tennis, paradossalmente più profondo dal punto di vista del controllo rispetto ad un titolo interamente dedicato a questa disciplina. Il Wiimote dovrebbe essere l’ ideale per mettere in piedi delle partite piene di combinazioni spettacolari, ma in SEGA Superstars Tennis conta di più non perdere il ritmo nel colpire la palla piuttosto che indirizzare il tiro in un determinato punto. Quasi sempre infatti ci si ritrova a risolvere i match con delle serie continue di scambi sottorete e specialmente durante il Doppio ci si accorge di questo problema. Ogni personaggio è caratterizzato da vari parametri, come la velocità o la potenza, e queste caratteristiche si fanno notare durante le partite, in quanto cambia in modo molto marcato lo stile di gioco dei vari tennisti. E’ invece assolutamente indifferente la scelta di una superficie morbida o dura, in quanto la pallina rimbalza sempre nello stesso modo e alla stessa velocità. Ad ogni punto portato a casa si riempie un particolare indicatore, che una volta riempito permette di rilasciare una serie di colpi speciali e spesso risolutivi, diversi per ogni personaggio. Nonostante le imprecisioni e la limitatezza del sistema di controllo, giocare una partita a SEGA Superstars Tennis è comunque divertente, specialmente contro un avversario umano.


Potrebbe interessarti anche...