*/ ?> Recensione di Another Code: Two Memories (DS) - Nintendo DS Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Another Code: Two Memories: la recensione

Intro

OutsideSe devo essere completamente sincero con voi (e lo sarò) o carissimi lettori di nDSitalia, Another Code: Two Memories è stato il motivo per il quale due anni fa ho comprato a testa bassa il piccolo portatile a due schermi della “Grande N”. Sedotto in parti ugali (trentatré, trentatré e trentatré) dal look sbarazzino della protagonista, dallo strepitoso sito web che funzionava da introduzione-prologo al gioco stesso e, infine, dalla grandissima voglia di cimentarmi con un’avventura che, viste le caratteristiche innovative della touch generation sembrava veramente irripetibile. In parte sono stato deluso e in parte no. “Ma come?” direte voi, seguitemi in queste mie paginette e lo scoprirete.

Uno strano regalo di compleanno

La protagonista di questo Another Code è la signorina nippoamericana Ashley Mizuki Robbins, adolescente orfana e cresciuta dalla zia che, come regalo per la sua quattordicesima primavera riceverà una misteriosa lettera accompagnata da un apparecchio del tutto simile ad un Nintendo DS (trucchetto divertente che ritroveremo anche in altri titoli) dal nome acronimico di D.A.S. Tale ammenicolo ci permetterà di svolgere tutta una serie di azioni a dir poco fondamentali come gestire l’inventario, catturare fotografie e registrare dati essenziali.


Potrebbe interessarti anche...