*/ ?> Recensione di Super Paper Mario (Wii) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Super Paper Mario: la recensione

Paper Mario è un franchise relativamente nuovo per il mondo Nintendo: nato nel 2000 con l’avvento di Paper Mario su Nintendo 64 e proseguito su GameCube con il sequel intitolato Paper Mario e il Portale Millenario, questa particolare declinazione dell’idraulico più famoso del mondo ha sempre raccolto successi di pubblico e critica. Con un divertente paradosso, Mario e i suoi amici assottigliandosi ad una sagoma di carta assumevano spessore, svelando ai giocatori un background estremamente ampio, mai narrato nelle precedenti avventure. Tale passaggio, però, era costato a Mario parte della sua componente action, trasformandosi in un – seppur frenetico – gioco di ruolo a turni.

A 7 anni da Paper Mario la saga approda su Wii, abbandonando in buona parte la componente GdR del passato per un più curioso ritorno alle origini.

Super Paper Mario

La svolta di Mario

Super Paper Mario, con una battuta può essere definito una svolta rispetto al passato. Le grandi novità introdotte, infatti, non riguardano esclusivamente l’abbandono del rolegame più o meno puro, bensì dalla particolare abilità del baffuto Mario di passare dalla visualizzazione in 2D alla visualizzazione in 3D. In ogni momento del gioco, infatti, ci è permesso di “svoltare” nella terza dimensione per un tempo limitato, al fine di risolvere particolari enigmi del gioco (come ad esempio superare ostacoli e nemici, scoprire porte o bonus nascosti, trovare passaggi segreti, eccetera). Al contempo Mario può godere dell’aiuto di alcune strane creature denominate Pixl, ognuna con abilità diverse (ad esempio rivelare oggetti nascosti, passare sopra agli spuntoni, esplodere o assottigliare il personaggio) la cui scelta deve essere ponderata ad ogni occasione.

Super Paper Mario

Il giocatore, dunque, è chiamato ad esplorare a fondo ogni livello sfruttando spesso la modalità tridimensionale e i Pixl, rendendo dei livelli apparentemente molto piccoli in qualcosa di estremamente vasto e ricco di misteri.
Per la prima volta, inoltre, Mario è affiancato non solo da Peach (come già avveniva in Super Mario 2), ma anche da Bowser, per la prima volta alleato giocabile. Anche questi due personaggi aggiuntivi posseggono le loro abilita: pur non essendo in grado di svoltare in 3D, Peach può utilizzare il suo parasole per planare ed effettuare lunghi salti, mentre Bowser può emettere alitate incandescenti in grado di incenerire nemici e blocchi di mattoni.


Potrebbe interessarti anche...