Nintendo Fall Conference '07: E' questa la sorpresa?

Nintendo Fall Conference ‘07È cosa nota che ad essere seguaci della grande N spesso la pazienza sia più che una virtù, ma in questo caso attesa è stata relativamente breve se paragonata alla mole di novità trapelata dalla Nintendo Fall Conference 2007, ultimo teatro previsto come sede della grossa sorpresa che Reggie Fils-Aime aveva promesso per settembre, ma che ad ottobre inoltrato non era ancora stata resa nota.

Wake me up when Septmber ends

Incombente autunno ha portato comunque ottime notizie per i fan della casa di Mario, anche se effettivamente si può solo supporre che la sorpresa di Reggie fosse proprio tra queste. La conferenza di Tokyo tuttavia è stata ricca e colma di annunci importanti, e il tutto potrebbe anche bastare.
Di sicuro in termini di novità è più di quanto si sia visto a Lipsia e certe dichiarazioni sui prossimi progetti, come le moto all’interno del imminente Mario Kart, Wii Music, il prezzo e la data d’uscita di Wii-fit o Sonic e Mario che finalmente potranno darsele di santa ragione, solo per citarne alcuni, hanno avuto una notevole rilevanza mediatica.
Come rilevante è anche la sorte del terzo Monster Hunter di Capcom, che migra dopo anni di esclusive con Sony su Wii proprio a causa di quegli elevati costi di sviluppo per Ps3 che di fatto possono essere un problema non da poco. E non dimentichiamo che Square-Enix, con il suo esclusivo supporto a WiiWare… troverete ogni news correlata alla conferenza in questo articolo, potrete farvi un’idea.

Nintendo Dream

Perdendosi in qualche considerazione, la sensazione di fondo è che vi sia una certa padronanza di Nintendo nel suo nuovo ruolo di leader dell’industria; I grossi annunci fatti durante la conferenza, un mix di fatti attesi così come di brillanti novità o importanti conferme, vanno a chiarire che Nintendo non sta vivendo solo sull’onda della ventata di aria fresca che il Wiimote ha portato al settore, tanto meno sulle collezioni di minigames.
Progetti “seri” e per ogni tipologia di utente vengono di volta in volta mostrati con l’arguzia di chi ha prodotto una console per risollevarsi da quel poco margine di mercato che aveva, scardinando i concetti stessi del modo di usufruire i videogiochi e portando il medium in territori ancora poco sondati. La nuova scommessa è cercare di rendere i confini tra le due tipologie di gamer per eccellenza sempre più effimeri, oltre che riuscire a continuare a mantenere una situazione di leadership sicuramente meritata. E non dimentichiamoci le sorprese perchè, beh, le adoriamo!