*/ ?> Recensione di Big Brain Academy (Wii) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Big Brain Academy: la recensione

Big Brain Academy per WiiConsole come Wii e Nintendo DS hanno indubbiamente modificato il modo di giocare, sia grazie a innovazioni hardware che all’allargamento dei confini del software. L’esplosione del genere edutainment per adulti a cui abbiamo assistito in questi ultimi anni è certamente da attribuirsi a Nintendo che, con una squadra capitanata dall’esimio prof. Kawashima, è sempre stata molto attenta a introdurre sul mercato particolari giochi con finalità anti-aging, a partire dal primo Brain Training per Nintendo DS fino all’ultimo Big Brain Academy per Nintendo Wii, oggetto della recensione di oggi.

In primo luogo è bene chiarire come Big Brain Academy si possa considerare una sorta di upgrade della sua versione per Nintendo DS, mantenendone inalterati gli elementi di fondo e le materie ma modificando profondamente i giochi e migliorandone molti aspetti. Possiamo quindi affermare che il gioco – pur restando in perfetta linea con il suo predecessore – non ne rappresenta un clone.

Benvenuti nell’accademia

Big Brain Academy per WiiEntriamo dunque nell’Accademia facendo conoscenza del simpatico professor Bilancini, il nostro tutor nonché addetto a pesare la nostra materia grigia. Per chi non conoscesse l’originale sistema di valutazione della Big Brain Academy, infatti, è bene sapere che tutto è valutato in grammi: più il cervello è pesante, più è denso di sapienza. Per ottenere una stima del proprio peso cerebrale, come in ogni scuola che si rispetti, è necessario fare un salto in segreteria ed iscriversi. Qui ci viene richiesto il nostro Mii, alter-ego di ognuna delle nostre (dis)avventure accademiche. Quindi è il momento del test d’ingresso, prima terribile (e umiliante) prova che ogni nuovo studente della Big Brain Academy deve sostenere. Il test d’ingresso altro non’è che l’esame di valutazione della nostra materia grigia (esame che abbiamo sostenuto decine e decine di volte nel corso del nostro game-test) basato sulle 5 materie del gioco: intuito, memoria, percezione, algebra, analisi. Ogni materia include 3 esercizi, ogni esercizio 3+1 livelli di difficoltà. Il test – pur tenendo separate le materie – mescola gli esercizi proponendoci una summa di tutto il gioco.


Potrebbe interessarti anche...