*/ ?> Recensione di Pangya! Golf with Style (Wii) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Pangya! Golf with Style: la recensione

Il golf è uno sport di concentrazione, sangue freddo ed enorme capacità valutativa che da sempre trova spazio nel mondo dei videogame. Mario Golf, il primo gioco Nintendo dedicato a questo sport, ha aperto la strada a numerose declinazioni del genere che hanno affrontato il golf in maniera più o meno arcade. Pangya! Golf With Style certamente si colloca in pieno ambito arcade, regalandoci un’esperienza certamente non simulativa ma non per questo lontana dall’abilità.

Pangya, il gioco on-line

Pangya!Anzitutto è bene chiarire come Pangya tragga origine da un omonimo titolo per PC, un gioco gratuito che fa del servizio on-line il suo unico fulcro. La versione per Nintendo Wii, priva delle funzionalità internet, cerca di adattare al single player un’idea nata e cresciuta sul multiplayer in rete, introducendo elementi di storia che provano a sopperire alla mancata interazione con persone in carne ed ossa sparse in qualche angolo del globo.

L’isola di Pangya

Pangya!È così che il gioco ci introduce nell’Isola di Pangya, nome che in realtà identifica un arcipelago sul quale sono ospitati ben 11 percorsi con 18 buche ciascuno. Questo ci dà subito l’idea della vastità del gioco, incredibilmente più ampio del dimostrativo WiiGolf incluso nella collezione di WiiSports. Ogni golf-course incluso presenta caratteristiche univoche: durante la nostra permanenza sull’isola affrontiamo soffici prati, minuscoli scogli, mulini a vento, laghetti artificiali e insidiose spiagge. In alcuni casi ci viene addirittura richiesto di giocare a golf in mezzo al mare su portaerei, fregate e piattaforme galleggianti che fungono da fairway e green. Da questo punto di vista, dunque, l’originalità di Pangya è certo magistrale: ogni percorso è perfettamente distinguibile dagli altri e le insidie che presenta sono caratteristiche.


Potrebbe interessarti anche...