*/ ?> Recensione di Resident Evil 4 – Wii edition (Wii) - Wii Italia
Ci siamo trasferiti qui!

Resident Evil 4 – Wii edition: la recensione

Quello che sicuramente è stato uno dei titoli migliori per Gamecube e molto probabilmente tra i migliori giochi usciti per qualsiasi piattaforma vede finalmente la luce in una nuova versione per Nintendo Wii. Più che di una nuova versione sarebbe più opportuno parlare di un porting: fin dal titolo, infatti, ci si rende conto di trovarsi non di fronte a un nuovo titolo ma ad un riadattamento. Rispetto alla versione Gamecube questa Wii Edition propone tutti gli extra contenuti nelle versioni Ps2 e Pc ed una grafica leggermente migliorata.

Umbrella Corporation, ancora una volta.

Resident Evil 4 - Wii editionLe vicende narrate in Resident Evil 4 prendono luogo sei anni dopo gli eventi del secondo episodio, che vedevano la città di Racoon City invasa da zombie e altre creature mutanti nate da un esperimento genetico sfuggito al controllo dei suoi creatori: la misteriosa compagnia Umbrella. Ancora una volta impersoniamo Leon Scott Kennedy, agente di polizia scampato miracolosamente al disastro di Racoon City che ora lavora al soldo del Presidente degli Stati Uniti. In questa occasione veniamo mandati in uno sperduto villaggio spagnolo dove si suppone possa essere tenuta prigioniera la figlia del presidente, misteriosamente rapita per finalità sconosciute. Sarà nostro compito portarla in salvo ma ben presto la vicenda risulterà essere ancora più anomala di quanto ci si potesse aspettare inizialmente.
Resident Evil 4 - Wii editionDopo una breve introduzione, animata dallo stesso motore grafico del gioco e realizzata in stile prettamente cinematografico, veniamo subito a contatto con un abitante del villaggio, che si rivela stranamente ostile e che ci costringe ad abbatterlo. Subito dopo i nostri “accompagnatori”, vista la situazione non particolarmente piacevole, se la danno a gambe e veniamo circondati da diversi “peones” barcollanti, armati di asce, rastrelli, forche e altri oggetti contundenti.

Resident Evil 4 - Wii editionNotiamo subito che rispetto ai precedenti episodi Resident Evil 4 abbandona le classiche atmosfere alle quali ci aveva abituato questa serie: al posto degli zombie ci troviamo ad affrontare i bizzarri abitanti del villaggio, infetti da uno strano virus che li muove come fossero una creatura collettiva comandata da un oscuro personaggio che fa capo ad una sorta di setta religiosa. L’ambientazione campestre, la desolazione e il senso di solitudine che pervade l’intera avventura garantiscono al titolo una suggestività che difficilmente abbiamo potuto riscontrare in altri titoli analoghi. Resident Evil 4 ci fa vivere di fatto un’esperienza spaventosa e orrorifica, coinvolgente anche a livello emotivo, dove in ogni momento siamo sul chi vive e dobbiamo razionare le munizioni per non trovarci disarmati in situazioni particolarmente pericolose.


Potrebbe interessarti anche...