Altri due nuovi modchip per il Wii.

Wiip! e WiibusterEbbene sì, pare che in questi giorni le modifiche disponibili per Wii siano arrivate a 5.
Tutto è iniziato il 26/01/07 con l’annuncio del Wiinja il padre di tutte le modifiche, poi sono giunti Cyclowiz e Wiikey ed ora ecco le ultime due new entry: Wiip! e Wiibuster. In sostanza in poco più di due settimane sono stati commercializzati e/o annunciati ben cinque modchip con caratteristiche simili anche se con approcci diversi soprattutto in merito all’installazione.
Entrambe le ultime due modifiche sembrano interessanti e non semplici cloni di quanto già disponibile, esaminiamole entrambe.

Wiip!

Wiip! Il modchip Open SourceViene dichiarato come il primo chip open source per Wii, in sostanza gli sviluppatori (TCNISO) renderanno disponibile al pubblico il codice utilizzato per la programmazione. Tra le altre cose il chip pare realmente programmabile tramite PC e cavo parallelo. Oltre a queste caratteristiche molto interessanti, il Wiip! Ha le stesse caratteristiche dei precedenti (lettura dischi back-up Wii+GC, homebrew GC, swap GC, audiofix). Inoltre su basetta avrà due DIP switch per attivazione/disattivazione modifica e per attivazione/disattivazione modalità stealth. Anche questo chip al momento supporta solo i chipset DMS/D2A ma non ancora il 2DB.
Wiip! Sarà in vendita a solo 20$ compresa spedizione e dato che schema, componentistica e codice saranno di pubblico dominio sarà possibile autocostruirselo per circa 10$. La data di vendita stimata è il 27/02/07.

Wiibuster

WiiBuster, il modchip europeoNon si hanno molte notizie in merito per questo chip sviluppato, pare, in Germania. Ha le classiche caratteristiche degli altri chip precedenti.
Piccola basetta con 5 fili da saldare (6° opzionale per eventuale disabilitazione). Prezzo 49€ disponibile.

Sembra che la partita stia entrando nel vivo da tutte le parti, Team vs. Team, Team vs. Nintendo, Pubblico vs. Team e se forse il controller 2DB è stato un caso fortuito lo stesso non potrà dirsi di eventuali contromosse del produttore per tutelare l’integrità della sua console. In alcuni forum si è parlato anche di aggiornamenti obbligatori su nuovi giochi in uscita, che permetterebbero di brickare i modchip o comunque renderli inutilizzabili. Si dice anche che Cyclowiz e forse anche Wiikey non siano assolutamente upgradabili via dvd. Si cercano anche i sorgenti del Wiinja ma al momento si trovano solo fake potenzialmente pericolosi.
Il consiglio rimane comunque lo stesso, se volete bene al vostro Wii non toccatelo e divertitevi a seguire l’evolversi di questa telenovela già alla quinta puntata ! ;)

Aggiornamenti:

14/02/07 : Pare che il Winja oltre ad essere sceso di prezzo (25€ + tasse e spedizione), ora supporti anche il D2B e abbia subito miglioramenti in lettura (meno problemi col DRE – Disc Read Error). Tra le altre cose pare che non tutti i Wii modificati possano funzionare a causa di problemi di lettura causati da settaggi di fabbrica del lettore troppo alti a livello di resistenza. Per ovviare a questo inconveniente bisogna agire su un trimmer con un tester digitale cosa che appare ancora più complessa dello stesso saldare. Oltre a questo ci sono molti problemi con molti supporti.

Come ultimissima news non confermata pare che sia uscito il sesto chip per Wii, si chiamerebbe Awiier e stavolta l’origine è Taiwanese, specifiche classiche e pic 14 piedini.

15/02/07: ………. e sette ! Ora è disponibile e in vendita il Wiimod un chip molto simile al Wiinja (caratteristiche identiche a parte il PIC che è differente), fatto in Spagna e molto economico € 9,95.

16/02/07: ………. e otto ! A breve sembra che sarà disponibile il WI-IC un chip molto simile al Cyclowiz, pare che però possa essere aggiornato anche via canale foto o lettore SD esterno oltre ad essere compatibile con tutti i chipset dei lettori DVD.

Nelle puntate precedenti:

  1. Prima modifica per Wii. Arriva Wiinja
  2. Le modifiche disponibili per il Wii