Virtual Console: uscite del 9 febbraio

Tre titoli classici per il nostro retrogaming: Zelda II, Super Mario World e Vigilante.

NES (500 WiiPoints)

Zelda II per NESZelda II: The Adventure of Link (1 giocatore)

Link è tornato ed è tutto nuovo. Nintendo abbandona in parte la grafica vista dall’alto del precedente successo e ci propone un gioco a metà strada tra un’avventura platform e un’avventura esplorativa. In Zelda II possiamo esplorare l’intero mondo utilizzando la “vecchia” vista bidimensionale dall’alto, ma ogniqualvolta entriamo in un dungeon (o in un villaggio) ecco che Link diventa molto più simile a Super Mario – sebbene la sua libertà di movimenti sia infinitamente migliore del nostro amato idraulico baffuto. Zelda II: The Adventure of Link ha aperto la strada all’ibridazione dei generi che ha caratterizzato le serie successive. Nonostante i limiti imposti dal vecchio hardware NES, il gioco appare gradevole dal punto di vista grafico, vasto dal punto di vista “geografico” e splendido per quanto concerne la musica. Sicuramente non è il miglior Zelda che Nintendo ci abbia proposto nella sua storia, e come sequel del primo capolavoro è fin troppo sperimentale. Si consideri inoltre che gran parte della grafica è spudoratamente copiata da Super Mario (si vedano le textures dei dungeon, degli edifici o dei ponti). Eppure le novità introdotte da The Adventure of Link – le stesse novità che hanno generato forti critiche da parte del pubblico – sono tali da portare il titolo nell’olimpo dei classici indimenticabili firmati Nintendo. Otto e mezzo.


SNES (800 WiiPoints)

Super Mario World per SNESSuper Mario World (1 o 2 giocatori)

Chiunque abbia posseduto un Super Nintendo ha giocato a Super Mario World. Il gioco incluso in bundle nella console a 16 bit di Nintendo si rivela sin da subito uno dei classici più belli della casa giapponese. Continuando la strada intrapresa in Super Mario 3 che introduceva i mondi visti dall’alto e la capacità di volare, Super Mario World racchiude tutto in un unico, enorme mondo da scoprire, pieno di segreti e di livelli nascosti. Aggiunge fasi di gioco speciali come la Star Road o le case stregate e, soprattutto, ci permette di fare amicizia con Yoshi, nostra fedele cavalcatura dalla lingua retrattile. Super Mario World è l’anello tra il vecchio Super Mario e la totale rivoluzione introdotta con Super Mario 64. Un gioco che si pone a metà strada tra la vecchia concezione di platform e un nuovo modo di vedere il genere, fatto di esplorazioni e di passaggi segreti. Da non perdere. Dieci meno.


TurboGrafx (600 WiiPoints)

Vigilante per Turbografx-16Vigilante (1 giocatore)

Vigilante, sebbene non sia ufficialmente un sequel, continua quello che era iniziato su NES con Kung Fu Master. Ovviamente in Vigilante abbiamo una grafica a 16 bit e una storia alquanto particolare: Madonna (!) è stata rapita da alcuni skinheads (non è ben chiaro se si trattino di skinheads neonazisti o di skinheads punk/oi/ska inglesi: a giudicare dalla vittima rapita propenderei per la seconda ipotesi, con mio sommo rammarico). Il nostro compito consiste nel riempire di botte gli skins e di salvare la material girl. Una storia alquanto surreale, molto anni 80 – sebbene una Cindy Lauper sarebbe stata più credibile – per un gioco che non porta nulla di nuovo alla storia dei videogames. Un classico per TurboGrafx-16, ma di certo non un must per il medio retro-gamer. Inoltre gli skinheads qui hanno i capelli, per giunta di colore viola. Sei meno.