Wii + Opera: prime impressioni

Opera per WiiIl browser Opera per Nintendo Wii è disponibile da poco più di 24 ore sul canale WiiShop in versione demo gratuita. Sebbene sia ben chiaro si tratti di una versione prettamente dimostrativa e non definitiva, abbiamo deciso comunque di mettere sotto analisi questa prima applicazione per Wii cercando di porci tutte le domande possibili al fine di esplorare ognuna delle (poche) funzioni.

Anzitutto il software è perfettamente integrato in Wii: sia dal lato dei controlli che da un più banale lato grafico, questa versione di Opera si mostra immediatamente come un’applicazione appositamente creata per Wii e non un “adattamento ridotto” di altre versioni del browser. Già dalla homepage notiamo quanto siano ridotte le sue funzioni: vi è presente un canale preferiti, un modulo di inserimento dell’indirizzo web e una semplice guida all’uso del WiiMote in Opera.

 

Opera per WiiUna volta entrati nella vera navigazione ci accorgiamo quanto sia difficile leggere le pagine da un televisore a tubo catodico: la risoluzione è così scarsa da rendere molto sfocata l’immagine. Ad un esame più attento, però, ci accorgiamo che la scarsa qualità dell’immagine è dovuta all’adattamento della pagina alle basse risoluzioni del televisore. In altre parole il browser “rimpiciolisce” volutamente le pagine per mostrarcele per intero nello schermo. Ciò è estremamente positivo, in quanto la quasi totalità del web è costruita a risoluzioni maggiori della risoluzione televisiva. In altre parole, se Opera non rimpicciolisse la pagina potremmo vedere soltanto una piccola parte di questa, rendendo obbligatorio un continuo e fastidioso scroll. Così facendo possiamo intercettare la parte della pagina che più ci interessa e, con l’uso dei pulsanti + e -, zoomare direttamente su di essa. L’ingrandimento rende tutto leggibile in modo assolutamente perfetto: occorre solo un po’ di pratica per imparare a puntare il cursore sulla parte da ingrandire prima di premere il pulsante zoom. Per chi avesse problemi di lettura anche dopo lo zoom è possibile attivare una modalità di lettura ingrandida e monocolonna: se questa modalità da un lato rende la lettura ancora più semplice, dall’altro trasforma la navigazione in qualcosa di frustrante.

 

Il browser non supporta le modalità multipagina o multitab: in altre parole non possiamo navigare su due siti contemporaneamente. Questa è una grande limitazione che crediamo sarà eliminata nella versione definitiva. Infine la semplicissima ma ingombrante barra di navigazione non può essere nascosta, riducendo in modo drastico la dimensione dell’area fruibile.

Opera per WiiOra veniamo alla domanda che tutti ci siamo posti prima dell’uscita di Opera: Flash funziona? La risposta è nì, nel senso che Flash è aggiornato solo alla versione 7. Dunque è possibile vedere i contenuti di siti quali YouTube o Dailymotion, mentre filmati presenti su altri siti potrebbero non funzionare. Il supporto di Flash è inoltre interessante per quanto concerne la possibilità di usufruire dei numerosissimi minigames costruiti in questo formato (si pensi a siti come addictinggames.com). È invece impossibile visualizzare video in qualsiasi altro formato – wmv, avi, mov, eccetera – rendendo di fatto inutile la navigazione in siti come RaiClick.

Per quanto concerne l’utilizzo di forum di discussione, Opera per Wii introduce un interessante sistema che migliora la scrittura “punta e clicca” tramite WiiMote. In altre parole possiamo fare uso di una specie di T9 (in realtà più simile al metodo di scrittura veloce dei cellulari Motorola che al vero T9) che velocizza la composizione di parole. Ciò allontana di molto la necessità di una tastiera da collegare a Wii, rendendo la scrittura un’operazione semplice e intuitiva.

In conclusione: come abbiamo detto in apertura ci troviamo di fronte a un software in versione dimostrativa, assolutamente migliorabile ed estremamente limitato. Eppure questo è l’evidente primo passo verso un nuovo modo di fruire il web. Tenuto conto di ciò non possiamo che approvare questa prima versione di Opera, nell’attesa di una nuova e completa edizione.